TARI

Dal 1 gennaio 2014, in tutti i Comuni Italiani, è stata istituita la nuova Imposta Unica Comunale, nota anche con il nome di IUC (art. 1 commi 639 – 731 L. n° 147 del 27 dicembre 2013 e successive modifiche). La IUC è composta da tre distinti tributi che sono: l’Imposta Comunale sugli Immobili (IMU), il Tributo sui servizi indivisibili (TASI) e la Tassa sui rifiuti (TARI).

 

Il Comune di Pegognaga ha deciso di applicare, al posto della Tassa sui Rifiuti (TARI), un prelievo in forma di Corrispettivo, poiché ha attivato per ogni tipologia di utenza la misurazione del rifiuto secco indifferenziato.

 

Tale Corrispettivo deve garantire la copertura di tutti i costi necessari per la realizzazione ed erogazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati.

 


Da chi deve essere pagato il Corrispettivo Rifiuti

Il Corrispettivo Rifiuti si applica a chiunque possieda o detenga, a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati (a titolo esemplificativo abitazioni, box, uffici, negozi, magazzini, laboratori, palestre, ecc.).

 

Si applica dal giorno in cui inizia il possesso, l'occupazione o la detenzione dei locali o delle aree, fino al giorno in cui termina.

 


Il calcolo del Corrispettivo Rifiuti

Il Corrispettivo è composto da:

  • Quota fissa - riferita ai costi generali del servizio

Per le utenze domestiche: la Quota Fissa è determinata applicando la tariffa unitaria (€/mq) alla superficie soggetta a produrre rifiuti ed è diversificata in base al numero di componenti il nucleo familiare.

Per le utenze non domestiche: la Quota Fissa è determinata applicando la tariffa unitaria (€/mq) alla superficie soggetta a produrre rifiuti ed è diversificata in base alla tipologia di attività svolta.

 

  • Quota variabile - riferita ai costi della raccolta differenziata

Per le utenze domestiche: la Quota Variabile è diversificata in base al numero di componenti il nucleo familiare.

Per le utenze non domestiche: la Quota Variabile è determinata applicando la tariffa unitaria (€/mq) alla superficie soggetta a produrre rifiuti ed è diversificata in base alla tipologia di attività svolta.

  • Quota variabile a misura - riferita ai costi della raccolta e smaltimento del rifiuto secco indifferenziato

Per tutte le tipologie di utenza: la Quota Variabile a misura è determinata applicando la tariffa unitaria (€/lt) al volume (in litri) del rifiuto secco indifferenziato prodotto.

Lo studio della produzione dei rifiuti dell’anno precedente, per nucleo e categoria, individua due scaglioni di produzione:

  • il primo corrisponde al quantitativo di rifiuto secco indifferenziato che ogni utenza, anche facendo una corretta raccolta differenziata, comunque produce;
  • il secondo corrisponde agli ulteriori svuotamenti eventualmente effettuati fino alla soglia da ritenersi oltre la media della categoria di produzione.

Per gli eventuali conferimenti superiori al secondo scaglione, verrà applicata una tariffa unitaria maggiorata.

 

Si invitano tutte le utenze a esporre sulla pubblica via il contenitore del rifiuto secco indifferenziato (di colore verde), preferibilmente pieno, e a ritirarlo dopo lo svuotamento.

 


Scadenze e pagamento del Corrispettivo Rifiuti

Mantova Ambiente, gestore del servizio, provvederà a spedire a ciascun utente, due volte l’anno, la fattura per il servizio rifiuti, secondo le scadenze stabilite nel Regolamento Comunale.

 

La fattura dovrà essere saldata entro la scadenza indicata con le modalità di pagamento previste (Rid, Mav, bollettino postale, bonifico bancario, CBill, Lottomatica).

 

Dove rivolgersi

Per qualsiasi informazione sul servizio o sulla fattura è possibile rivolgersi agli

sportelli del Gruppo Tea sul territorio,

oppure scrivere a: clienti@teaspa.it

o contattare il Call Center al numero verde 800.47.31.65 da rete fissa,

oppure 199.14.32.32 da cellulare (costo variabile in base al profilo tariffario scelto), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13.

 

TARIFFE

domestiche

non domestiche

mercatali

 

Normativa

Regolamento Corrispettivo in luogo della Tari

Approvato con Deliberazione Consiliare n. 14 del 08/04/2014
Modificato con Deliberazione Consiliare n. 28 del 20/05/2015


Delibera Tariffe Tari 2017 (pdf)

Con Delibera di C.C. n. 18 del 10/03/2017 sono state approvate le tariffe della Tassa sui Rifiuti per l'anno 2017.

ultima modifica: Comune di Pegognaga  15/06/2017
Risultato
  • 0
(0 valutazioni)


TORNA SU