IMU - Comune di Pegognaga (MN)

Servizi | Tasse, imposte e canoni | IMU - Comune di Pegognaga (MN)

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

L’IMU è l’Imposta Municipale Propria, di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili.

Integrazione definizione di abitazione principale

Con il Decreto legge 21/10/2021, n. 146 coordinato con la Legge di conversione 17/12/2021, n. 215 (art. 5-decies) che modifica l'articolo 1, comma 741, lett. b) della Legge 27/12/2019, n. 160 viene integrata la definizione di abitazione principale.
Per abitazione principale viene definita l'unica unità immobiliare, nella quale il possessore e i componenti del suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale o in comuni diversi, le agevolazioni per l'abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile, scelto dai componenti del nucleo familiare.

Pertanto, a partire dal 2022 è riconosciuta per legge l'esenzione ad un'unica abitazione “scelta”, non solo in caso di due abitazioni nello stesso comune ma anche in comuni diversi.

La scelta dovrà essere comunicata per mezzo della presentazione della Dichiarazione IMU al Comune di ubicazione dell’immobile da considerare abitazione principale.

In risposta a specifico quesito di Telefisco 2022 è stato precisato che in capo al soggetto passivo grava l’obbligo di presentazione della dichiarazione Imu. Per la compilazione del modello dichiarativo il contribuente deve barrare il campo 15 relativo alla “Esenzione” e riportare nello spazio dedicato alle “Annotazioni” la seguente frase: «Abitazione principale scelta dal nucleo familiare ex articolo 1, comma 741, lettera b), della legge n. 160 del 2019».

La dichiarazione per l’anno fiscale 2022 dovrà essere presentata entro il 30/06/2023.

Tipologia di  immobili soggetti all’imposta:

  • Abitazione principale (di lusso) classificata nella categoria catastale A/1, A/8, A/9;
  • Immobili diversi dall’abitazione principale;
  • Aree fabbricabili;
  • Terreni agricoli posseduti da soggetti diversi da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola;
  • Fabbricati rurali ad uso strumentale.

 Non sono soggette all’IMU le seguenti tipologie di immobili:

  • Abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nella categorie catastali A/1, A/8, A/9;
  • Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  • Fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali, come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture 22 aprile 2008;
  • La casa familiare  assegnata  al  genitore  affidatario  dei figli,  a  seguito  di  provvedimento  del  giudice  che  costituisce  altresì, ai soli fini dell'applicazione dell'imposta, il diritto  di abitazione in capo al genitore affidatario stesso;
  • Unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto e non concesso in locazione,  dal personale in servizio permanente alla Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo dei vigili del fuoco, e fatto salvo quanto previsto dall’art.28 comma 1 del D.Lgs. 139/2000, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale sono richieste le condizioni di dimora abituale e della residenza anagrafica;
  • Abitazioni assimilate all’abitazione principale: si considera direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.
  • Terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, iscritti nella previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione, comprese le società agricole;
  • Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica (art. 1, comma 15 L.208/2015);
  • Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (beni merce). Resta obbligatoria la presentazione della dichiarazione IMU a pena di decadenza.

 

Regolamento per la disciplina dell'Imposta Municipale Unica

(Allegato alla Deliberazione CC n. 39 del 30/06/2020)

 

QUANDO PAGARE

Il pagamento dell’IMU dovrà essere effettuato:

  • Entro il 16 giugno (acconto 50% oppure unica soluzione)
    (o il lunedì successivo se il 16 cade di sabato o di domenica)
  • Entro il 16 dicembre (saldo)
    (o il lunedì successivo se il 16 cade di sabato o di domenica)

 

PROROGA DELL’ESENZIONE IMU 2022 PREVISTA PER I FABBRICATI DICHIARATI INAGIBILI A CAUSA DEL SISMA DEL 2012 CHE HA COLPITO LE REGIONI EMILIA-ROMAGNA, LOMBARDIA E VENETO.

L’art.22-bis del Decreto-Legge n.4/2022, modificato dalla Legge 25/2022, dispone la proroga dell’esonero dal pagamento dell’imposta sui fabbricati dichiarati inagibili. Una misura che si applicherà fino alla definitiva ricostruzione e agibilità degli stessi, entro il termine ultimo del 31 dicembre 2022.

MODIFICA RIDUZIONE IMU ESTERO 2022

Per il solo anno 2022 per effetto della Legge 30/12/2021, n. 234 - Legge di Bilancio 2022 – art.1, comma 743 è prevista la riduzione d'imposta al 37,5 per cento a favore dei soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di  convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno stato di assicurazione diverso dall'Italia per la sola unità immobiliare ad uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto. 

Si ricorda che nel 2021 era prevista la riduzione d'imposta nella misura della metà, ai sensi della Legge 30/12/2020, n. 178 – Legge di Bilancio 2021, articolo 1, comma 48.
Ai fini del riconoscimento dell'agevolazione, la norma fa esclusivo riferimento ai “soggetti non residenti nel territorio dello Stato” senza prevedere al contempo l'iscrizione degli stessi all'AIRE - diversamente da quanto richiesto nel regime precedente dall'articolo 9-bis del Decreto Legge 47/2014 – quindi anche non AIRE ma a condizione che siano titolari di pensione “maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia” e residenti in uno stato di assicurazione diverso dall'Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOVE RIVOLGERSI

Ufficio Tributi
sede municipale (2° piano)
Piazza Matteotti 1
t.03765546226
email tributi@comune.pegognaga.mn.it

nei giorni di lunedi, mercoledi dalle 9.30 alle 13

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (78598 valutazioni)