Emergenza idrica - Comune di Pegognaga (MN)

archivio notizie - Comune di Pegognaga (MN)

Emergenza idrica

 
Emergenza idrica

ORDINANZA DEL SINDACO n.16 del 28/06/2022
Visto il Decreto del presidente di Regione Lombardia n.619 del 24/06/2022 con il quale è stato dichiarato lo stato di crisi idrica regionale fino al 30/09/2022.
Ritenuta necessaria l’adozione di misure di carattere straordinario ed urgente, finalizzate a razionalizzare l’utilizzo delle risorse idriche disponibili, al fine di garantire a tutti i cittadini di poter soddisfare i fabbisogni primari per usi alimentare, domestico ed igienico, vietando al contempo l’utilizzo dell’acqua potabile per altri usi;

 

Il Sindaco ordina
a tutta la Cittadinanza, su tutto il territorio comunale, con decorrenza immediata e sino al termine della criticità idrica che sarà comunicata con revoca della presente ordinanza, il divieto di prelievo e di consumo di acqua potabile per:

  • l’irrigazione ed annaffiatura di giardini e prati privati ad eccezione della fascia oraria 20-24;
  • il lavaggio di aree cortilizie e piazzali;
  • il lavaggio di veicoli privati, ad esclusione di quello svolto dagli autolavaggi;
  • il riempimento di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine private, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua (per queste ultime è comunque consentito il rabbocco per mantenere il funzionamento della stessa);
  • tutti gli altri usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico.

Inoltre il Sindaco invita

  • altresì la Cittadinanza ad un uso razionale e corretto dell’acqua potabile, riconoscendo la massima importanza della collaborazione attiva di tutti i Cittadini.
  • Gli utilizzatori di pozzi non destinati al consumo umano ad un utilizzo parsimonioso, evitando operazioni di innaffiatura di giardini nonché il lavaggio di piazzali in orario diurno.
  • I gestori degli impianti sportivi (es. campi da calcio, tennis, ecc.) all’uso della risorsa idrica strettamente necessario al mantenimento della funzionalità dell’impianto.
  • Ad un uso parsimonioso della risorsa idrica anche per quanto riguarda l’innaffiatura e cura degli orti domestici.

Il mancato rispetto della presente ordinanza sarà sanzionato ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i. con l’applicazione della pena pecuniaria ivi prevista.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (103 valutazioni)